18/06/2018 4.00

La Canottieri Padova è terra francese

Dopo i successi di A. Cornet nel 2006 e di K. Mladenovic nel 2011, è ora la volta di Fiona Ferro (206) a primeggiare nel Padova Challenge Open 2018 $ 25.000 sconfiggendo in finale la russa Ludmilla Samsonova (461) in due set con il punteggio di 7/5-6/3. La tattica di gioco e l’esperienza della Ferro, come da pronostico, hanno avuto la meglio sulla grande potenza del servizio e dei colpi da fondo campo mostrati dalla ventenne Ludmilla che ha compiuto la grande impresa di provenire dalle qualificazioni e approdare alla finale. La Samsonova è partita subito fortissima portandosi in un baleno sul 4/0, sembrava una passeggiata; pian piano però Fiona registrava i suoi lunghi colpi, specie il rovescio lungo linea, recuperava e si portava sul 3/4. Ludmilla allungava ancora fino al 5/3 e sembrava farcela, ma nei game successivi commetteva molti errori, specie un sanguinoso doppio, doppio fallo che consegnava alla Ferro il primo set in 47 minuti. Più semplice per la francese il secondo set che la vedeva raggiungere velocemente il 5/1; la Samsonova con orgoglio recuperava fino al 5/3, ma con la battuta a disposizione la Ferro portava a casa il trofeo e i preziosi cinquanta punti WTA che la proiettano al suo best ranking attorno alla 185° posizione. Anche la Samsonova fa un gran salto in avanti in classifica raggiungendo il suo b.r. attorno alla 380° posizione. Merita di ricordare che quest’anno, al Roland Garros, il più importante torneo mondiale su terra rossa, hanno giocato ben 5 giocatrici che abbiamo visto qui alla Canottieri: le francesi Cornet, Mladenovic e Ferro, la svedese R. Peterson, vincitrice lo scorso anno, e l’americana B. Pera. Il Padova Challenge Open conferma ancora una volta di essere una fucina di campionesse.