14/06/2018 4.00

Il Sole è spettatore

Sentito quel che di bello succedeva alla Canottieri, oggi il Sole, visti i primi spettacolari scambi delle nostre tenniste,  è stato gradito ospite per tutta la giornata per assistere alle tantissime partite disputate dalle solari e bravissime ragazze. Ha fatto il suo esordio sul centrale la n. 1 del tabellone Tamara Zidansek (122 del mondo); con un’attenta partita (6/4-6/3) ha concesso poco alla nostra giovane Elisabetta Cucciaretto (736) che ha però dimostrato di meritare la wild card concessa dalla F.I.T. Anche la seconda w.c.  Michele Zmau (535) si è onorevolmente difesa contro la più quotata ceca Zarycka (309) che si è dovuta impegnare a lungo (7/5-7/6) per aver ragione di un’avversaria che le concedeva più di 220 posizioni di ranking. A difendere l’onore delle giovani promesse italiane ci ha pensato la terza wild card Tatiana Pieri (773) vincendo al terzo set con un perentorio 6/1 sulla più esperta rumena Dascalu (347). Il derby italiano del mattino tra la Di Giuseppe (269) e la Matteucci (486) ha visto la prima prevalere con un netto 6/2-6/3. Tiratissime tutte le partite giocate sul centrale e sul centralino nel pomeriggio; con un’autentica battaglia fatta di potentissimi dritti l’americana Elisabeth Halbauer (557) ha sconfitto la mancina croata Lukas (318) dopo oltre 2 ore di scambi spettacolari e prolungati, la partita si è conclusa solo al tie break del 3° set dove l’americana ha compiuto un prodigio per rimontare i molti vantaggi della Lukas. Altra partita conclusa al 3° set (6/2-3/6-6/4) è stata quella tra la tedesca Sekulic (357) contro la svizzera Bandecchi (571) proveniente dalle qualificazioni. Imprevisto il netto successo della brasiliana Ce (542), ben conosciuta alla Canottieri e anche lei qualificata, sulla più forte sulla carta Juhaszova (439). Fuori a sorpresa la nostra Ferrando (284) sconfitta dalla bielorussa Dea Herdzelas(437). Facile il successo della n. 3 del tabellone Tereza Mrdeza sulle ceca Kilnarova  (6/4-6/2).Ultima a qualificarsi per gli ottavi è stata l’italiana Ludmilla Samsonova (551)che, giunta dalle quali, si è ben ambientate sui campi padovani e, ancora in 3 estenuanti set (6/4-4/6-6/4), ha sconfitto la più esperta Stefania Rubini (313) che lo scorso anno era giunta alle semifinali di questo torneo. Nel tardo pomeriggio si sono disputati i doppi che hanno definito la griglia delle semifinali di domani: Soylu-Zarycka contro Brescia-Ce; Bronzetti/Stefanini contro Herdzelas/Mrdeza.